Che cosa è il radon?

Che cosa è il radon?

Il Radon,  è  un gas incolore e inodore, si forma nella sequenza di disintegrazione dell’uranio, presente in tutti i tipi di suolo. Durante la respirazione, può penetrare e depositarsi sul tessuto polmonare, irradiarlo e dare origine ad un processo cancerogeno. L’isotopo più significativo per la dose assimilata dall’uomo è il radon-222, che ha un tempo di dimezzamento di 3,82 giorni. Esso deriva, per decadimento alfa, dalla catena di decadimento dell’uranio-238 e del radio-226.
Il radon, in generale, ha una grande volatilità e inerzia chimica, per cui difficilmente reagisce con altri elementi e tende a risalire in superficie.
Il radon e i suoi discendenti nella catena di decadimento a loro volta emettono particelle alfa e un’elevata densità di radiazioni ionizzanti. I livelli di guardia sono 150 Bq/m³, corrispondenti a circa 4 pCi/l.
Il Radon è la seconda causa di tumore al polmone con oltre 3.000 decessi all’anno solo in Italia (fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità 2009). Gli effetti nocivi del Radon sono legati anche alla sua capacità di propagazione: esso riesce infatti a penetrare negli edifici attraverso le fondamenta, provocando un inquinamento dell’aria all’interno degli spazi abitativi. L’esposizione al gas Radon varia a seconda del diverso substrato geologico e della regione geografica.
Noi di Clab dopo anni di ricerche abbiamo creato un dispositivo che annulla i rischi del gas Radon negli edifici esistenti: Sistema Radoff

Team_Clab
No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website